imagealt

Giovanni Rana al Panzini


Così la prof. ssa Sagrati, addetto stampa della nostra scuola, ci descrive la splendida occasione che gli studenti hanno avuto:

Un avvenimento che sicuramente ha saputo incuriosire i ragazzi e li ha fatti sognare; un sogno di molti: diventare dei bravi professionisti e imprenditori nel campo della gastronomia.

Il 23 aprile 2013, all'Istituto di Istruzione Superiore "A. Panzini" di Senigallia, un istituto che fa dell'eccellenza della ristorazione uno degli elementi qualificanti della propria identità, è stato accolto con tutti gli onori Giovanni Rana, ambasciatore della gastronomia italiana nel mondo, che ha incontrato gli studenti dell'istituto senigalliese, tutti rigorosamente nelle loro divise di cucina, di sala bar, di ricevimento e di guide turistiche. 

È stato un onore avere in una scuola alberghiera, tra le più rinomate in Italia, il sig. Giovanni Rana, un vero mito, una star internazionale della imprenditoria gastronomica italiana.

L'incontro si è sviluppato inizialmente sotto forma di intervista condotta dal giornalista enogastronomo Alfredo Antonaros e Giovanni Rana ha raccontato all'attentissima platea la sua vita e le sue esperienze e gli alunni hanno avuto la possibilità, attraverso un video, di conoscere meglio la sua storia.

Il saluto delle autorità, le domande degli alunni e infine la consegna da parte del Dirigente Scolastico dell'Istituto, prof.ssa Maria Rosella Bitti, del "Premio Panzini" al cav. Giovanni Rana per la capacità di essere riuscito a diventare leader in Italia, in Europa e nel mondo, della pasta fresca, ambasciatore quindi della eccellenza della gastronomia italiana.

Un incontro sicuramente da ricordare per tutti, molto importante per i ragazzi e di stimolo per la loro futura vita professionale.

Giovanni Rana è un uomo che è riuscito a realizzare il suo sogno e diventare un grande imprenditore che ha applicato la sua creatività, creando da qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo. Ha scritto la storia della pasta fresca all'italiana e ha valorizzato il suo lavoro sul piano mondiale.

Questa giornata è stata resa possibile grazie all'interessamento e al lavoro organizzativo del prof. Luigino Bruni, docente del Panzini, che insieme al giornalista Alfredo Antonaros, ha portato all'attenzione degli alunni e dei docenti la storia di un uomo e del suo sogno.

L'addetto stampa

Simonetta Sagrati

Clicca QUI  per leggere l'articolo sull'evento di "Senigallia Notizie".

Clicca QUI per leggere l'articolo sull'evento di "Vivere Senigallia".

Foto Gallery Giovanni Rana riceve il "Premio Panzini" - 23 aprile 2013