imagealt

Cena di Gala 2013


Il Dirigente Scolastico dell'istituto Panzini di Senigallia, prof.ssa M. R. Bitti, in occasione della cena di gala a conclusione dell'anno scolastico, ha voluto esprimere il suo ringraziamento alla Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi che ha dato l'opportunità di realizzare un progetto dal titolo "Non ti scordar di me" che ha preso il cuore e la mente dei suoi alunni.

Sicuramente un progetto dal titolo emblematico che ha portato gli alunni a non "scordare" le persone anziane. Un progetto che ha impegnato i ragazzi insieme alla prof.ssa Simonetta Sagrati a diventare cittadini attivi e responsabili.

Tanto è stato l'impegno durante tutto l'anno scolastico, tante le attività, gli incontri e tanta è stata la passione e l'entusiasmo che gli alunni hanno profuso in questo progetto, che sicuramente sarà per tutti loro un "tesoro" da conservare per sempre.

Grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi gli alunni del Panzini hanno potuto conoscere la vita delle persone anziane, li hanno ascoltati, hanno parlato con loro e si sono confrontati.

Con questo progetto si è voluto recuperare il valore e l'irrepetibile specificità delle persone anziane; si sono voluti costruire nuovi rapporti intergenerazionali partendo dal presupposto che gli anziani sono una grande risorsa per la comunità, sono la categoria chiamata ad un passaggio ideale del testimone alle nuove generazioni: un passaggio che è soprattutto di valori, di ideali, di identità culturale.

Da tutto ciò è nata l'esigenza di fermare sulla carta aspetti particolari della vita passata e che nella scuola alberghiera ha trovato terreno fertile nel ricordare le tradizioni della terra marchigiana.

Ne è uscito un libro per fare memoria di un mondo a cui apparteniamo noi marchigiani, un mondo fatto di ricette, sapori, profumi e che speriamo abbia fermato sulla carta un patrimonio di memorie che non deve essere perduto.

Il Non ti scordar di me è stato il filo conduttore del progetto.

Non ti scordar di me è il titolo del libro che racchiude tanti ricordi.

Sicuramente una pubblicazione interessante che ha voluto seguire il ritmo delle stagioni, e ha fermato sulla carta, mese per mese, quello che riaffiorava dai ricordi degli anziani.

Con la voglia di recuperare i valori delle tradizioni, il libro inizia con un viaggio nelle Marche partendo dal mese di settembre, proprio quando inizia la scuola, un viaggio lungo un anno, durante il quale i giovani studenti hanno potuto intraprendere un cammino che li ha portati a scoprire la ricchezza, il tesoro grande delle persone anziane. Un viaggio a ritroso tra forni e fornelli dei nonni, nella loro vita vissuta piena di momenti legati all'amore, al dolore, alla gioia, alla famiglia, nella terra marchigiana.

Da settembre fino a maggio un capitolo per ogni mese; giugno, luglio e agosto sono stati messi insieme nell'estate; un capitolo speciale per le "ricette senza tempo" il cui utilizzo non è più legato alla stagionalità e infine una parte dedicata al mare, al bellissimo mare delle Marche.

Durante la serata di gala al Panzini c'è stata la presentazione ufficiale del libro"Non ti scordar di me"che è stato donato alle autorità e a tutti i partecipanti.

Attraverso il progetto "Non ti scordar di me", gli alunni hanno potuto capire che innanzitutto le persone anziane sono una grande ricchezza, biblioteche viventi di saggezza e di esperienza e attraverso loro hanno capito inoltre quanto sia importante sentirsi dei cittadini marchigiani, orgogliosi di vivere in una terra piena di storia, cultura e tradizioni importanti che fanno della brava gente delle Marche un grande popolo.

Un modo questo di abitare la scuola in maniera diversa e costruttiva, con molta soddisfazione del dirigente scolastico, Maria Rosella Bitti, sempre attenta a quelli che sono gli obiettivi educativi che fanno crescere gli alunni come persone.

L'addetto stampa

Simonetta Sagrati

Cena di Gala 2013 - Non ti scordar di me