imagealt

La Nostra Esperienza in Australia…


Tutto è iniziato il 4 Novembre 2015, quando noi tre fortunati ragazzi siamo partiti insieme ad altri nostri compagni per un viaggio indimenticabile. Dopo le 18 ore di volo massacranti siamo arrivati alla nostra destinazione: l’ Australia!

Una delle Nazioni più grandi del mondo, circondata dall’Oceano Indiano a ovest e a sud, e dall’Oceano Pacifico a Est. Questo Stato è un mix tra natura con il verde smeraldo delle foreste pluviali, i riflessi turchesi della barriera corallina, e città cosmopolite.

Vogliamo raccontarvi la nostra esperienza che ci ha fatti crescere mentalmente arricchendo il nostro bagaglio culturale. La nostra prima meta è stata Perth, che si trova nell’Australia occidentale, dove abbiamo trascorso 15 giorni accolti dalle famiglie dei nostri corrispondenti. In questo breve periodo abbiamo avuto l’occasione di vivere quello che molte volte avevamo sognato: la vera realtà di un college privato, le abitudini del luogo, il cibo e le loro tradizioni.

Il college è la classica scuola da film inglese, fin da subito siamo rimasti affascinati da questa nuova realtà di organizzazione e dal comportamento corretto degli alunni. All’arrivo ci hanno accolto gli insegnanti e i nostri corrispondenti con le loro famiglie. Ci sono state consegnate le divise che dovevamo indossare tutti i giorni per andare a scuola, una cosa completamente nuova per noi. Ci siamo inseriti fin da subito e abbiamo stretto nuove amicizie. Il nostro inglese, nonostante la nostra valida insegnante, all’inizio non era perfetto, però ce la siamo sempre cavata bene. Durante questo nostro soggiorno abbiamo partecipato a diverse lezioni: arte, danza, surf, football, canoa, inglese e le lezioni dei nostri corrispondenti.

Le famiglie sono state molto gentili e accoglienti con noi, erano sempre disponibili ad accompagnarci in giro per Perth. Ci offrivano cibi tipici in casa oppure nei ristoranti o pub della zona. Siamo rimasti sbalorditi dalle loro grandissime case con piscina e giardino.

1Perth, a nostro parere, è una città magnifica anche se non ha una storia da raccontare ha comunque il suo fascino. Il luogo che ci ha colpiti di più è Kings Park, un parco dove si può ammirare tutta la città, dai grattacieli del centro ai quartieri residenziali. Il fascino di Perth sta soprattutto nella natura, in ogni parte della città si trova del verde dove si possono trovare canguri e conigli che girano tranquilli. Abbiamo notato che è una città organizzata in tutto, le strade sono enormi e la cosa che ci ha scombussolato più di tutte, oltre al fuso orario di sette ore, è stata la guida a sinistra, ogni tanto “rischiavamo la vita” quando dovevamo attraversare la strada. Nei treni e negli autobus c’è sempre ordine e calma, il contrario di quello che accade in Italia. Nel periodo del nostro soggiorno, la temperatura non è quasi mai scesa sotto i 30°.

Abbiamo visitato un parco naturale dove abbiamo avuto un incontro ravvicinato con koala, canguri e molti altri animali. Una curiosità sui koala è che dormono 22 ore al giorno, il resto del tempo è utilizzato per mangiare!

Siamo entrati nella prigione di Fremantle, uno dei monumenti più importanti e storici di Perth. È stata occupata per 136 anni dai prigionieri, dal 1855 al 1991. Era un luogo brutale con punizioni molto violente, le condizioni erano primitive. D' inverno faceva molto freddo mentre d’estate c’era un caldo insopportabile. I prigionieri che cercavano di evadere venivano catturati subito, solo due di loro riuscirono ad evadere senza essere ritrovati. Fremantle è una graziosa cittadina sul mare famosa per i ristoranti di Fish and Chips che si trovano sul porto e sulle spiagge; esse sono meravigliose come Cottesloe Beach detta la spiaggia dei ragazzi. Il fine settimana lo abbiamo trascorso in campeggio dove abbiamo visitato i Pinnacoli, formazioni rocciose calcaree simili a dei menhir, questo deserto è territorio degli Aborigeni.

2Abbiamo concluso questa esperienza trascorsa a Perth ringraziando lo staff del Corpus Christi College e le famiglie ospitanti che ci hanno dato l’occasione di vivere in questa città e non farci sentire nostalgia di casa. Il 20 novembre siamo partiti per Sydney, dopo 4 ore di volo siamo atterrati nella città che attendevamo più di qualsiasi cosa. Siamo sopravvissuti miracolosamente ai 41°che ci aspettavano fuori dall’aeroporto, da lì ci siamo recati all’ostello, il tempo di posare le valige e siamo usciti alla scoperta di questa meravigliosa città. Durante questi quattro giorni abbiamo visitato:

Il teatro dell’Opera House, costituisce una delle più significative architetture realizzate nel XX secolo e rappresenta non solo la città di Sydney ma tutta l’Australia. I gusci a sezione sferica possono ricordare la flottiglia di barche a vela che si reca in crociera nei mari australiani;

Sydney Tower Eye è l’edificio più alto di Sydney, da dove si può ammirare tutta la città;

Art Gallery of New South Wales, è la galleria d'arte più importante di Sydney. La prima mostra aperta al pubblico fu nel 1874, sono presenti opere d’arte australiana, europea e asiatica.

Dalla famosa baia di Sydney ci siamo imbarcati su un battello e siamo andati a Manly, una città sul mare, famosa per la spiaggia, i ristorantini di pesce e il surf.

È stata un’esperienza che ci ha segnati molto e resterà sempre impressa nelle nostre menti.

 

Matteo Ceccacci

Luvi Lucarini

Hiba Zouggar

classe 3btus